Compagnia della Torre - Mathi - Onlus

Vai ai contenuti
Spettacoli > Madre Teresa
Testi diPIERO CASTELLACCI
Musiche diMICHELE PAULICELLI
Collaborazione alle musicheOLIMPIO PETROSSI
Collaborazione al progetto musicaleRITA TOMASSETTI GALDIERI
CoreografieCLAUDIA FORESTA, ANNAGRAZIA GALIZIA, SAMANTHA RE
ScenografieFERNANDO DESTEFANIS, GIUSEPPE FRAND GENISOT, FERDINANDO PAGLIANO, MORENO RE, DIEGO SERRA
CostumiLUIGI MERLINO, MAURA RUSINA'
Direzione musicaleRITA MOLITERNO
Disegno luciSERGIO FIORIO PLA', RICCARDO VERNETTO
Disegno fonicoGIUSEPPE BOLLONE, STEFANO CAMANDONA
Proiezioni videoMARCO VERNETTO
Direzione tecnicaANDREA CAPRA
Direzione artisticaLUIGI MERLINO
LA TRAMA

Lo spettacolo(1) è la vita di Madre Teresa di Calcutta raccontata in musica ed in prosa attraverso i suoi pensieri, le preghiere, la sua gente, il suo lavoro, la sua vita, con particolare riferimento agli aspetti più semplici e più umili: l'amore per i poveri, il lavoro, la diversità fra gli uomini, la sua gente, il suo sorriso gioioso nell'affrontare i problemi più tristi...

La storia prende le mosse dal momento in cui Madre Teresa abbandona la congregazione a Loreto e va a Calcutta. L'entusiasmo, la voglia di dare inizio alla sua missione nel nome di Dio sono subito messi a confronto con le terribili condizioni di quella parte del mondo, da sempre bisognosa d'aiuto.

Le malattie, la fame, la povertà, l'incontro-scontro con le autorità religiose locali, i problemi e i dolori, i drammi dei singoli individui, sono gli elementi affrontati e svolti ora in musica ora in prosa, con il chiaro intento di far riflettere ed al tempo stesso di fare spettacolo.

Il musical non ha la pretesa di essere la storia di Madre Teresa romanzata in chiave musicale. Intende recuperare teatralmente, offrendoli al pubblico, segmenti e sentimenti "cantati, ballati e mimati" della vita di una piccola donna considerata a ragione fra le più grandi del mondo.

Teresa, un uccellino illuminato dal Signore, distribuisce il suo mangime in un mare di sofferenza incommensurabile. Eppure lotta, s'ingegna, soffre, prega... e lentamente riesce a costruire, semplicemente, spargendo intorno a se amore, fede e speranza.

La semplicità è una delle sue armi preferite per combattere la povertà. Una povertà che non è soltanto quella materiale di una terra, l'India, ai limiti della sofferenza; ma è soprattutto la povertà del cuore.

Giochi di luce, coreografie e musica creano ricche e suggestive ambientazioni.


Nota(1): Il testo riportato è tratto integralmente dalla trama riportata sul sito ufficiale della Compagnia di "Madre Teresa Il Musical" - http://www.madreteresadicalcutta.it
Torna ai contenuti | Torna al menu